Vedi tutti
Vedi tutti
Tappa

11

Mercoledì 15
Maggio 2024

207 km
Dislivello 1.850 m

Partenza tra

G ::

Foiano di Val Fortore -

Francavilla al Mare

altimetria

planimetria

info tecniche

Tappa che porta sull’Adriatico attraversando il Molise. Si attraversa l’appennino molisano fino a Termoli dove si percorre la statale adriatica fino all’arrivo. Ultimi 80 km diritti e piatti per una volata praticamente certa.

  • altimetria
  • planimetria
  • info tecniche

info turistiche

Città di:

partenza
arrivo

Foiano di Val Fortore



Panoramica

Sul primo piegarsi del versante adriatico, in fondo ad una valle, sulla sinistra del Fortore, cinto da monti, sorge Foiano di Val Fortore, comune rientrante nella Provincia di Benevento a partire dal 1861, dopo esser appartenuto alla Provincia di Foggia (fino al 1811) e poi al Molise.

Il paese di Foiano dista 43 chilometri dalla città di Benevento, e si trova a 520 metri di altitudine sul livello del mare.Come è facile intuire, l’intera area che lo ospita prende il nome dal fiume Fortore, che fa da confine naturale fra le Regioni Campania, Molise e Puglia.

Gastronomia

La conformazione paesaggistica sulla quale è adagiato il paese favorisce una apprezzata produzione di vini e quella del celebre formaggio caciocavallo silano D.O.P..

Il caciocavallo Silano D.O.P. è un formaggio semiduro, a pasta filata, prodotto con latte di vacca di diverse razze, tra cui la podolica, una tipica razza autoctona delle aree interne della Campania. La tesi più accreditata sull’origine della denominazione “caciocavallo” la fa derivare dalla consuetudine di appendere le forme di formaggio, in coppie, a cavallo di pertiche di legno, disposte in prossimità di focolari.

Punti d'Interesse

  • Chiesa di San Giovanni a Mazzocca: la Chiesa di San Giovanni, situata a circa cinque chilometri da Foiano in Contrada San Giovanni a Mazzocca, o Cappella, come viene comunemente chiamata a Foiano, fu costruita agli inizi del XVIII secolo, su parte dei ruderi dell’antico e potente Monastero benedettino di Santa Maria de Gualdo. Oggi, l’edificio, dopo restauri e ristrutturazioni, mostra architetture moderne. La Chiesa, dunque, edificata sul luogo dove il Santo Patrono di Fioiano morì e fu santificato, costituisce un importante punto di riferimento per la venerazione nel Fortore di San Giovanni Eremita.
  • Chiesa della Madonna del Rosario: si tratta del principale edificio di culto del centro di Foiano di Val Fortore, ove è possibile visitare una serie di interessanti opere artistiche custodite nelle sue tre navate (altari, statue, arredi sacri, dipinti).
  • Centro Storico: i portali e la torre campanaria. Tra le dirute unità abitative in pietrame e tufo del nucleo urbano antico, si possono ancora ammirare semplici portali in pietra otto-novecenteschi. Ci si imbatte, inoltre, nell’alta torre campanaria con strutture in pietrame e laterizi, la cui cella è aperta da finestroni archivoltati e loggetta superiore. Tale campanile risale al 1700 circa.
  • Chiesa Madonna della Libera: la sua costruzione risale al 1462 e rimane l’edifico più antico del paese, il suo nome si deve alla riconoscenza, alla madonna, di coloro che la edificarono per essere sopravvissuti al terremoto del 1456. Attualmente la chiesa con l’antistante piazzetta S. Maria, accuratamente ripristinata in pietra locale, si armonizza in una pittoresca immagine d’insieme che ne caratterizzano il paese.

Francavilla al Mare



Panoramica

Francavilla al Mare è una località turistica situata lungo la splendida costa adriatica dell’Abruzzo. Con una storia ricca e affascinante, questa città costiera offre ai visitatori un viaggio attraverso il tempo, immersi in un’atmosfera che coniuga il fascino storico con le bellezze naturali.

Francavilla al Mare è Bandiera Blu 2023. I paesaggi mozzafiato non mancano a Francavilla al Mare, con la sua lunga spiaggia di sabbia dorata che si estende lungo la costa adriatica. Il mare cristallino offre opportunità di relax e divertimento, mentre le colline circostanti sono perfette per escursioni panoramiche.

Francavilla al Mare è la destinazione perfetta per coloro che cercano una combinazione di storia, cultura, natura e delizie culinarie. Con il suo fascino intramontabile e l’accoglienza calorosa dei suoi abitanti, questa città costiera incanta i visitatori di ogni parte del mondo.

Gastronomia

Gli amanti della gastronomia avranno l’opportunità di assaporare i deliziosi sapori dell’Abruzzo. La cucina locale di Francavilla al Mare è rinomata per i suoi prodotti tipici: pomodoro a pera d’abruzzo e fragole. Inoltre, i visitatori avranno l’opportunità di degustare i vini pregiati della regione, immersi in una tradizione vinicola che affonda le radici nel terreno fertile dell’Abruzzo.

Punti di Interesse

I visitatori di Francavilla al Mare saranno affascinati dalla sua storia millenaria, Sorgono a Francavilla diversi edifici storici, situati in tutto il territorio comunale. Tra quelli più significativi:

  • Chiesa di Santa Maria Maggiore (San Franco): la chiesa di Santa Maria Maggiore fu costruita nel XV secolo. Ricostruita completamente nel 1948 dopo la distruzione totale della Seconda guerra mondiale, fu progettata da Ludovico Quaroni, ed è costruita su un ampio basamento in pietra sul quale si eleva l’unica navata a forma di ottagono irregolare, con una schiacciata cupola a volta.
  • Convento Michetti: il convento dei Frati Minori Osservanti, dedicato a Sant’Antonio di Padova o anche Santa Maria del Gesù, noto come Convento Michetti o anche come “Cenacolo michettiano” o “Cenacolo dannunziano”, è uno dei simboli della città. L’edificio fu eretto nel 1430.

Seguici
sui social
#giroditalia

top sponsor