Vedi tutti
Vedi tutti

Ride Green

RIDE GREEN

Il Giro d’Italia è l’unico evento ciclistico a tappe di rilevanza mondiale ad avere tra le proprie priorità un basso impatto ambientale. Al punto da rinnovare, per il settimo anno consecutivo, il progetto di sostenibilità denominato RIDE GREEN, basato sull’attività di raccolta differenziata attraverso un sistema di tracciabilità e monitoraggio dei rifiuti, che promuove la salvaguardia delle aree attraversate dalla Corsa Rosa.

Nel 2020, nonostante un contesto complicato e con spazi meno accessibili a causa dell’emergenza Covid 19, il Giro d’Italia ha recuperato oltre 45 mila kg di rifiuti: l’89% di essi differenziati e avviati al riciclo. Un risultato significativo e in linea con il trend positivo fatto registrare nelle precedenti edizioni per un presidio efficace volto a collocare la Corsa rosa nel panorama internazionale come evento eco sostenibile a tutti gli effetti.

Un grande impulso nonché un fattivo contributo viene dai Comuni, in partenza o arrivo, delle singole tappe del Giro d’Italia. Gli stessi Comitati di tappa fanno da tramite tra le società e i consorzi locali per arruolare volontari su tutto il territorio nazionale nelle eco-isole, per la promozione dell’iniziativa nei giorni della manifestazione sportiva e per la corretta gestione dei flussi.

La raccolta differenziata, il riciclo dei materiali, l’upcycle, la misurazione delle performance e la sensibilizzazione dell’opinione pubblica rappresentano gli obiettivi primari del progetto Ride Green.

In questa nuova edizione, oltre a BiciScuola, già partner del progetto da due anni e che, rivolgendosi ai più piccoli, affronta tematiche sempre attuali tra cui la mobilità sostenibile e la tutela ambientale, anche Giro-E diventa il promotore di Ride Green: l’evento spin-off del Giro d’Italia strettamente collegato al concetto di sostenibilità. Nel 2021 inserirà una maglia tecnica di colore verde enfatizzando il legame ambiente-ciclismo.

MEDIA PARTNERSHIP

Pianeta 2021

Raccolta differenziata

Differenzieremo tutti i rifiuti prodotti durante la manifestazione nelle aree di pertinenza della stessa, carta e cartone, plastiche, metalli (alluminio, banda stagnata e acciaio), vetro e organico. Cercheremo di minimizzare al massimo il rifiuti non recuperabili.

Riciclo dei materiali raccolti

Con l’aiuto delle ditte locali garantiremo che i rifiuti raccolti in modo differenziato siano avviati al riciclo e quindi trasformati in materia prima seconda.

Upcycle

Attiveremo progetti di seconda vita anche con valenza sociale per materiali altrimenti destinati alla discarica.

Misurare le performance

Per migliorare in futuro, misureremo la nostra performance: quanti rifiuti produciamo in ogni tappa? Quanti ne differenziamo? Quanti rifiuti potremmo ridurre nelle prossime edizioni?

Sensibilizzare e comunicare

Il progetto ha l’ambizione di condividere cultura e di contribuire a formare un pensiero green, lo vuole fare con gli spettatori, le amministrazioni pubbliche, gli addetti ai lavori, gli sponsor e gli atleti.

Ambiente

Il progetto cercherà anche di sensibilizzare gli spettatori contro il littering, ossia l’abbandono di rifiuti, con un servizio a supporto di coloro che attendono i corridori fatto con le biciclette a impatto zero. La bicicletta diventa dunque simbolo di mobilità sostenibile ma anche mezzo per raccogliere i rifiuti abbandonati e differenziarli.

top sponsor