Vedi tutti
Loading...
Vedi tutti
Umbria
Le regioni del giro

Umbria

È una regione dell’Italia centrale, compresa fra Toscana, Marche e Lazio ed è definita il “cuore verde dell’Italia”. È una regione interna, non è bagnata dal mare e il suo territorio è in prevalenza collinare e montuoso con bacini fluviali come la Val Tiberina, percorsa da un lungo tratto del Tevere. Nella regione si trovano i laghi del Trasimeno e di Piediluco. Il territorio è caratterizzato da dolci e verdi colline con abitati, di varie dimensioni, ricchi di storia e con forte impronta medievale.

La regione era abitata già in epoca protostorica dagli Umbri e dagli Etruschi, poi fu parte dell’Impero Romano. Successivamente è stata ricompresa anche nel territorio dello Stato Pontificio. L’attività museale offre un ampio panorama dei molti capolavori che impreziosiscono l’Umbria. In particolare si cita la statuetta, nota come “Venere del Trasimeno”, rinvenuta nei pressi del lago Trasimeno risale al paleolitico superiore.

Due sono le province: Perugia, capoluogo di regione e Terni.

Le Cascate delle Marmore, vicino a Terni, costituisce una delle attrattive dell’Umbria.

L’economia della regione basa la sua forza su quattro comparti specifici: industria, artigianato, agricoltura e turismo. Notevole è la tradizione della lavorazione della ceramica.

La vite, specialmente nella zona di Orvieto, e l’ulivo sono le principali coltivazioni di un’agricoltura sviluppata e curata che s’integra con attività industriali e del terziario di vario tipo, ripartiti in diversi distretti.

La cucina è una cucina di terra e sono famosi i salumi, soprattutto nella zona di Norcia, tanto che il termine italiano “norcino” identifica appunto operatori e prodotti del settore, la selvaggina e la carne in generale. Ottimi pure i dolci e molto apprezzato il cioccolato tanto che nel perugino c’è il Distretto del Cioccolato.

Le attività legate al turismo, molto sviluppato nella regione, sono un aspetto considerevole dell’economia regionale. In tale ambito un ruolo di primo piano è quello riguardante il turismo d’ispirazione religiosa. Si è nella terra del fondatore del monachesimo San Benedetto da Norcia, di San Francesco d’Assisi, di Santa Chiara e di Santa Rita da Cascia, figure di primo piano del mondo cattolico con edifici di grande valenza architettonica e spirituale che ne ricordano gli avvenimenti dell’epoca e le opere. Il Duomo di Orvieto, il Palazzo dei Consoli a Gubbio, la Piazza dei Popoli e il Duomo dell’Annunziata di Todi, il Duomo di Terni, Assisi e Santa Maria degli Angeli con i luoghi di culto francescani riparati dopo i danni causati dal terremoto del 1997 che ha pesantemente colpito molti edifici storici, civili e religiosi, sono quelli di maggiore rilievo in una regione veramente ricca.

Numerose sono le manifestazioni che si svolgono, soprattutto in estate, in molti centri dell’Umbria. Le più celebri manifestazioni folkloristiche sono sicuramente la corsa dei Ceri (Gubbio), la Quintana, (Foligno, che rievoca i costumi del 1600), la festa Medievale del Calendimaggio (Assisi) e la Corsa all’Anello (Narni). Altre manifestazioni culturali, che spaziano dalla musica al teatro, sono il Festival dei Due Mondi di Spoleto e l ’Umbria Jazz Festival di Perugia, che assumono valenza nazionale ed internazionale.

Seguici
sui social
# giro

Vuoi restare sempre aggiornato sul mondo del Giro d’Italia e delle altre corse di RCS Sport?

Iscriviti
alla newsletter del giro d'italia

top sponsor