Vedi tutti
Vedi tutti
Piemonte
Le regioni del giro

Piemonte

Torino e Piemonte ogni viaggio un evento… 365 giorni l’anno!

In Piemonte c’è davvero l’imbarazzo della scelta fra arte e architettura, storia e cultura, leggenda e tradizione, bellezze naturalistiche.

Una volta giunti a Torino vi promettiamo un tuffo nella storia e nella cultura: patria di Casa Savoia; vi perderete nei molteplici musei, dal Museo Egizio al Museo Nazionale del Cinema sino al Museo Nazionale dell’Automobile passando per il Polo Reale accanto a prestigiose istituzioni dedicate all’arte contemporanea; assaporerete la sua ricca gastronomia, i suoi grandi vini, il cioccolato, senza perdere il rito dell’aperitivo.

Ma Torino è anche uno straordinario punto di partenza per scoprire il Piemonte, una meta imperdibile per chi desidera una vacanza che soddisfi tutti i sensi: alle innumerevoli bellezze del territorio, di tipo naturalistico, artistico e architettonico, accosta un ricchissimo paniere di prodotti enogastronomici di altissima qualità, come il vino, i tartufi, il riso e il cioccolato, riconosciuti a livello internazionale.

Un paesaggio reso unico dalla grande varietà di scenari che spaziano dalle montagne ai laghi, dalle colline alle pianure, dalle città d’arte ai borghi storici, dalle Residenze Reali ai Sacri Monti ai paesaggi vitivinicoli di Langhe, Roero e Monferrato: uno degli scenari più spettacolari che il territorio piemontese offra, in cui la bellezza della natura si unisce al lavoro sapiente dell’uomo nel corso dei secoli, dando vita a prodotti d’eccellenza come i pregiati vini Barolo, Nebbiolo e Barbaresco.

Scopri di più

Cultura

Sintesi ideale di arte, storia, cultura e paesaggio, il Piemonte è un territorio ricco di fascino che off­re al visitatore innumerevoli opportunità di approfondimento in location uniche, sia architettoniche sia naturalistiche. Di grande suggestione quattro siti inseriti dall’UNESCO nella Lista del Patrimonio Mondiale: le Residenze Reali, che costellano il territorio con una rete di palazzi, chiese, residenze estive e giardini magnifici; i Sacri Monti, sorprendenti complessi devozionali eretti fra il XVI e il XVII secolo perfettamente integrati in un ambiente naturale e paesaggistico di colline, boschi e laghi; i Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, un suggestivo scenario di distese collinari, antichi borghi e castelli arroccati; il sito archeologico di Viverone/Azeglio, incluso nel sistema dei siti palafitticoli presistorici dell’arco alpino.

Capoluogo del Piemonte e prima capitale d’Italia, Torino è oggi un vivace polo culturale, caratterizzato da un ricco patrimonio di eventi, musei e monumenti. Il Museo Egizio è il secondo al mondo dopo quello del Cairo. Il Museo Nazionale del Cinema, tra i più importanti a livello internazionale per la ricchezza del patrimonio cinematografico, è ospitato all’interno della Mole Antonelliana, che con i suoi 167 metri è il simbolo della città.

Forte è il legame di Torino e del Piemonte con l’arte, in particolare contemporanea: la regione ospita infatti numerosi musei, fondazioni private e fiere di settore – tra cui il Castello di Rivoli, la Fondazione Pistoletto e Artissima – dove le opere dei grandi artisti del Novecento dialogano con le nuove tendenze e le sperimentazioni più recenti grazie a un’offerta culturale di primo piano.

Sport

La bellezza del Piemonte è la sua varietà. La montagna a occidente, a destra del Po le colline, Langhe, Monferrato, le terre del Barolo, del Barbaresco e del tartufo. Poi la tranquilla pianura del Po, la natura profonda dei parchi ad alta quota, lungo fiumi e laghi, intorno a castelli e antiche dimore. Un vero e proprio paradiso per gli amanti dello sport.

Emozioni da provare, atmosfere da vivere. Per questo il Piemonte va percorso senza fretta. La bicicletta è il mezzo ideale. Per esperti, che si misurano con i percorsi di montagna ove si inerpica il Giro d’Italia, ma anche per i non professionisti, famiglie con bambini, amanti della natura in generale. Terra di miti: Fausto Coppi e Costante Girardengo sono figli di questi luoghi.

Tra scenari mozzafiato e alte cime innevate, la montagna offre un’ampia scelta di attività: lo sci in tutte le sue declinazioni, alpino, di fondo, sci alpinismo, sci escursionismo e ancora snowboard, bob, slittino, itinerari con racchette da neve, arrampicate su ghiaccio. Nella bella stagione i due parchi nazionali (Gran Paradiso e Val Grande) e i 54 parchi regionali, naturali e fluviali, regalano tra i più spettacolari itinerari italiani di trekking e arrampicata libera.

Molte le proposte per chi ama gli sport d’acqua: dalla canoa all’hydrospeed, dal canyoning al rafting. Inseriti in luoghi altamente scenografici, gli oltre 60 campi di golf della regione danno la possibilità di abbinare all’attività sportiva la visita a luoghi ricchi di cultura, arte e storia.

Terra di motori, il Piemonte offre agli appassionati delle due e quattro ruote un imperdibile patrimonio motoristico e paesaggistico da esplorare.

Inoltre la regione è tra le poche in Italia a conservare un forte legame con alcune discipline storiche, come la pallapugno e la palla tamburello, praticate tra le mura di borghi incantevoli.

Enogastronomia

Con oltre 370 prodotti agroalimentari tradizionali, l’enogastronomia è una grande protagonista del nuovo modello di sviluppo turistico del Piemonte. La cultura del buon vivere, principio ispiratore di un’offerta basata sulla qualità e rivolta a un turista sempre più esigente e attento ai particolari, ha trovato nell’eccezionale livello dei prodotti tipici piemontesi e nella ricchezza della tradizione culinaria subalpina un caposaldo importantissimo e uno straordinario valore da promuovere.

Negli ultimi vent’anni, l’agricoltura piemontese ha puntato sulla specializzazione di produzioni tipiche di pregio: dai grandi vini rossi piemontesi (Barolo e Barbaresco in primis) ai bianchi e spumanti dell’Astigiano; dalla Nocciola Tonda Gentile di Langa al Tartufo Bianco d’Alba.

Questa evoluzione produttiva è stata accompagnata da una profonda maturazione culturale del comparto primario, delle attività di ristorazione, ma anche del pubblico. A Bra è nato Slow Food, l’associazione internazionale per la promozione della cultura dell’enogastronomia di territorio, che conta 70.000 soci sparsi in più di 50 paesi: la sua vetrina è il Salone del Gusto, organizzato ogni due anni a Torino.

La tradizione enogastronomica del Piemonte gode di fama internazionale, tanto che nelle classifiche dei ristoranti e nelle guide di settore, la regione occupa sempre i primi posti. Un successo che si deve all’abilità degli chef, maestri nell’amalgamare i sapori della tradizione a quelli della nuova cucina, ma anche alla certificata qualità dei prodotti piemontesi. Il primato enogastronomico piemontese è anche un fatto di alta scuola: nel Castello di Pollenzo hanno sede la Banca del Vino e la prima Università di Scienze Gastronomiche.

top sponsor

official partners

official suppliers

official licensees