Vedi tutti
Vedi tutti
Molise
Le regioni del giro

Molise

Il Molise è la più giovane regione italiana, dato che fino al 1963 formava insieme all’Abruzzo la regione Abruzzo e Molise. È regione a statuto ordinario dell’Italia meridionale con capoluogo Campobasso, confina a nord con l’Abruzzo, a ovest con il Lazio, a sud-ovest con la Campania, a sud-est con la Puglia e, a est, è bagnata dal Mar Adriatico.

È la regione più piccola d’Italia dopo la Valle d’Aosta, con un territorio quasi equamente diviso a metà fra montagna e collina. Per convenzione il Passo di Rionero, conosciuto anche come Bocca di Forlì (891 m), tra il Comune molisano di Rionero Sannitico (Isernia) e quello abruzzese di Castel di Sangro (L’Aquila), è considerato il limite geografico fra Italia Centrale e Meridionale.

Il Molise si affaccia per trentacinque chilometri sul Mar Adriatico con litorale prevalentemente sabbioso e lunghe ed estese spiagge, tranne il promontorio di Termoli dove si trova, adeguatamente riparato, il porto che è base per passaggi in Croazia e alle isole Tremiti. Gli altri due comuni rivieraschi sono Campomarino e Petacciato.

Per storia l’area molisana s’identifica con l’antico territorio dei Sanniti, quindi romano e in quest’ambito, è da ricordare il teatro romano di Sepino, con altre varie vicende storiche attraverso i secoli che hanno caratterizzato il territorio e le sue genti.

Due sono le province, quella del capoluogo Campobasso e quella di Isernia, per una popolazione complessiva di circa 315.000 abitanti. L’economia si sviluppa con attività industriali dii rilievo nella zona di Termoli, Campobasso, Bojano e Venafro, il turismo balneare ed estivo con i centri già citati e il turismo invernale nelle zone di Campitello Matese e Capracotta, assai frequentate.

Monumenti, luoghi d’interesse architettonico, culturale e di tradizioni sono variamente presenti nella regione. Oltre ai due capoluoghi di provincia, e a Termoli e Venafro, il Molise può presentare anche Larino, Agnone con Marinelli, il suo ultra-millenario stabilimento di fabbricazione di campane, Montenero di Bisaccia e altri ancora.

Celestino V, 192° Papa della chiesa cattolica, ha regnato per soli quattro mesi e poi ha abdicato. Era nato in Molise, in data imprecisata collocabile fra il 1209 e il 1215, Pietro Angelerio o Angeleri era il suo nome, poi trasformato e riconosciuto come Pietro da Morrone, venerato come Pietro Celestino dalla chiesa, con Isernia e Sant’Angelo Limosano che ne rivendicano le origini e morì, eremita, a Fiumone nel 1926.

Diverse sono le riserve naturali e le produzioni agricole, con l’olio d’oliva in prima fila, formaggi e latticini, salumi di tradizione, vini e pastifici. Assai sviluppata è pure l’attività di pesca ed è tipico il “brodetto”, così come in molte parti lungo l’Adriatico.

È di Campobasso (1935) il noto cantante Fred Bongusto mentre il popolare giornalista e conduttore Aldo Biscardi è nato a Larino nel 1930. In tema di narrativa è da ricordare Francesco Jovine (1902-Roma 1950) che con il romanzo “Le terre del Sacramento” ha interpretato vicende e tradizioni della sua terra. È nato a Termoli (1923-Roma 1997) Benito Jacovitti, uno fra i maggiori “fumettisti” italiani e creatore, fra molti altri, del personaggio di “Cocco Bill” che ha accompagnato varie generazioni di giovani.

Seguici
sui social
# giro

Vuoi restare sempre aggiornato sul mondo del Giro d’Italia e delle altre corse di RCS Sport?

Iscriviti
alla newsletter del giro d'italia

top sponsor