Vedi tutti
Vedi tutti

Cronisti per un Giorno

21/10/2020

Le Dolomiti di Brenta accolgono il Giro D’italia

La tappa di oggi, numero 17, si svolge tra Veneto e Trentino, con partenza a Bassano del Grappa e arrivo sulle Dolomiti a Madonna di Campiglio.
Nella giornata odierna troviamo un primo breve tratto più o meno pianeggiante che termina ad Arsiero dove inizia l’ascesa fino a Forcella Valbona, nella quale prende vita la prima fuga di giornata che sarà poi la decisiva, passo che si trova sullo spartiacque tra la Valdastico e le vallette laterali della valle del torrente Posina. Salita molto lunga, ben 22 km, con pendenze costanti e caratterizzata da gallerie brevi e un panorama mozzafiato.
Circa a metà della salita troviamo il centro abitato di Tonezza del Cimone, località turistica posta in bella posizione sul limite del suo altopiano, che si stende ampio fra boschi e praterie.
Raggiunto il GPM si inizia la lunga discesa fino a Calliano, affrontata con un’andatura tranquilla da parte del gruppo, con, al termine di essa, un breve tratto di pianura dove i corridori potranno usufruire del ristoro posto al km 90.
Subito dopo il tratto pianeggiante, ad Aldeno, inizia la salita del Monte Bondone, 20 km all’insegna della fatica, grazie alle sue pendenze che arrivano fino al 15%.
Il Monte Bondone è una montagna del Trentino occidentale, appartenente alle Prealpi Gardesane, posta immediatamente a ovest di Trento, luogo di attrazione turistica grazie alle sue magnifiche piste da sci.
Si scende su Sarche, si raggiunge Ponte Arche che presenta il primo traguardo volante di giornata, dove inizia la terza ascesa di giornata, il Passo Durone, una salita pedalabile che permette di godere del panorama circostante.
Raggiunto il GPM si scende fino a Tione di Trento, dove iniziano 15km in leggera salita lungo la val Rendena, dove i ciclisti passeranno per Caderzone Terme dove è posto il secondo traguardo volante di giornata, per raggiungere Pinzolo, punto di partenza della salita decisiva di questa tappa, quella che porta a Madonna di Campiglio, circa 13km di ascesa pedalabile, con pendenze intorno al 6%. In questa salita ammiriamo le Dolomiti che circondano questi luoghi. Arrivati a Madonna di Campiglio troviamo gli ultimi 2km pianeggianti, con l’ultimo km nel centro abitato.
Proprio su questa salita si è decisa la tappa di oggi: dopo i diversi scatti da parte del belga Thomas De Gendt, è stato decisivo l’allungo da parte del corridore australiano del team NTT Pro Cycling Ben O’Connor, che dopo aver staccato tutti i compagni, è andato via in solitaria fino al traguardo dove l’abbiamo visto trionfare. Secondo posto per un altro uomo della numerosa fuga iniziale, Hermann Pernsteiner, e terzo posto per il belga Thomas De Gendt. Nulla di eclatante nel gruppo Maglia Rosa, dove c’è stato un solo attacco da parte degli uomini di classifica del team Sunweb, Wilco Kelderman e Jai Hindley e quindi rimane in Maglia Rosa il portoghese Joao Almeida, che indossa anche la Maglia Bianca di miglior giovane per il quindicesimo giorno di fila. Cambia la Maglia Azzurra, cioè quella del miglior scalatore, che fino a questa mattina indossava l’italiano Giovanni Visconti, e che adesso indossa il portoghese Ruben Guerreiro
Madonna di Campiglio è una località turistica di 822 abitanti della provincia di Trento situata a 1.550 m s.l.m. a poca distanza da Campo Carlo Magno, tra le Dolomiti di Brenta e le Alpi dell’Adamello e della Presanella. Questa località turistica dispone di diversi impianti di risalita, un comprensorio sciistico che permette di sciare su 150km di piste. Possiamo ammirare le dolomiti che circondano questa località che, anche nel periodo estivo, viene invasa da turisti grazie alle numerose passeggiate che si possono fare e ai sentieri per le mountain bike.
Il giro raggiunse questa località già due volte in passato, nel 1999 quando ci fu il famoso caso Pantani e nel 2015 quando vinse il corridore spagnolo Mikel Landa.
Domani altro tappone, con 4 salite, partenza da Pinzolo e arrivo ai Laghi di Cancano dove ci sarà uno dei quattro GPM sulla storica salita del Passo dello Stelvio, nella quale gli uomini di classifica potranno fare la differenza.

Edoardo D’Amico
Liceo Sportivo “G. Toniolo” – Bolzano

top sponsor