Vedi tutti
Loading...
Segui il live
Vedi tutti

Partirà da Caltanissetta il Giro-E 2020

01/10/2020

Sarà il capoluogo nisseno, la città dove Leonardo Sciascia ha scritto Il giorno della civetta e A ciascuno il suo, a dare il via alla terza edizione del Giro-E, che partirà il 4 ottobre per approdare, 20 tappe e due giorni di riposo più tardi, nel cuore di Milano, il 25 ottobre. Sarà uno slow tour dell’Italia di inusitata bellezza: dai Giardini Naxos ai sassi di Matera, dal Gargano a Roccaraso, dalla Rimini dei vitelloni alla patria del prosecco, Valdobbiadene; poi Trento e Campiglio, il Parco nazionale dello Stelvio e i laghi di Cancano, due capolavori della provincia come Asti e Vigevano, lo strappo del Sestriere e infine la capitale economica d’Italia, Milano, la città della moda e del design ma anche del ciclismo, grazie all’entusiasmante storia del Vigorelli, del Lombardia, della Milano-Sanremo, per non parlare delle 142 volte che il Giro d’Italia è partito o è arrivato qui: cifra che la pone in vetta alle città per numero di presenze nella Corsa Rosa, e che andrà ritoccata, appunto, il 25 ottobre. Grazie alle bici a pedalata assistita, i partecipanti potranno scoprire questa Italia lontana dai luoghi comuni, e farlo alla velocità giusta, quella che consente di assaporare il panorama, di sentire i profumi del Paese più bello del mondo.

Ma il Giro-E, fiera itinerante della tecnologia elettrica che consente alle bici di essere un tassello fondamentale nella mobilità del futuro, più sostenibile e al contempo a misura d’uomo, sarà naturalmente anche un corale gesto atletico: 1500 chilometri, 25 mila metri di dislivello positivo complessivo, nove salite monumento di Categoria 1, di cui una, lo Stelvio, Cima Coppi 2020, ovvero la salita più dura di questa edizione del Giro d’Italia. Etna, Valico di Montescuro, Roccaraso, Piancavallo, Madonna di Campiglio, Passo dello Stelvio, Torri di Fraele, Colle dell’Agnello, Sestriere: la gioia e il terrore di ogni ciclista. Grazie al cuore elettrico delle e-road, le bici da corsa a pedalata assistita, tutto ciò diverrà possibile anche per ciclisti normalmente allenati, e non solo per i campioni del pedale come Nibali e Sagan. Quest’anno sono quattro i marchi coinvolti: Bianchi (official bike del Giro-E), Trek, De Rosa, Look.
Sette sono i team iscritti: Toyota, Italia Agenzia Nazionale Turismo, Fondazione Michele Scarponi, Valsir, Fly Cycling Team-CDI, Banca Mediolanum, RCS Sport-JCMF EU-Pharma. Tra i capitani, svetta la conferma di Gilberto Simoni, lo scalatore trentino in grado di fare suo il Giro d’Italia nel 2001 e 2003.

Pur non essendo un evento agonistico, come da tradizione della Corsa Rosa a ogni tappa verranno assegnate sei maglie, che saranno indossate nella tappa successiva dal Capitano o dal Vice Capitano del team. La Maglia Viola, riservata al Leader della Classifica Generale, somma di tutte le classifiche, è sponsorizzata da Enel X, title sponsor dell’evento. Nelle città di partenza, le colonnine di ricarica di Enel X provvederanno l’energia sufficiente per le batterie della Toyota Prius Plug-In, l’ammiraglia del Giro-E.
Sarà Enit – Agenzia Nazionale del Turismo, a supportare la Maglia Arancio, leader della Classifica Regolarità (somma del punteggio ottenuto nelle prove di regolarità). Enit porterà al Giro-E 20 influencer, giornalisti, opinion leader selezionati nelle sue sedi sparse in tutto il mondo affinché raccontino l’Italia del Giro ai loro seguaci.
La Maglia Blu, leader della Classifica Giovani (la somma dell’età anagrafica dei partecipanti), è sponsorizzata dalla Commissione Europea attraverso la sua Rappresentanza a Milano, che tramite il Giro-E vuole comunicare la vicinanza della UE ai cittadini. Tanti sono i progetti, a partire da quelli per la mobilità sostenibile e le piste ciclabili, realizzati grazie agli investimenti comunitari, e molti di più quelli che saranno frutto del Green Deal europeo, una serie di azioni che vogliono contrastare i cambiamenti climatici, sostenere l’ambiente e sensibilizzare i cittadini verso una mobilità sostenibile.

La Maglia Rossa, riservata al leader della Classifica Sprint al Traguardo, è sponsorizzata da Sara Assicurazioni, che lancia un prodotto dedicato al mondo della bicicletta: Bici2Go, una polizza infortuni, responsabilità civile e furto, acquistabile anche online. La Maglia Nera, appannaggio del leader della Classifica Master (la somma dell’età anagrafica dei partecipanti), è sponsorizzata da Intimissimi Uomo, mentre la Azzurra, leader della Classifica Prova Speciale, è patrocinata da Cortina 2021, la fondazione che organizza i Campionati del Mondo di sci alpino che si terranno a Cortina d’Ampezzo dal 7 al 21 febbraio 2021. Il loro ambasciatore sarà Kristian Ghedina, che come l’anno scorso pedalerà al Giro-E, e la mascotte sarà Corty, il famoso scoiattolo rosso di Cortina.

top sponsor