ORBETELLO FRASCATI


14 maggio 2019
/
martedì
/
235 km
/

ORBETELLO

Orbetello, con il suo esteso e variegato territorio comunale, rappresenta da sempre un luogo ideale per la bicicletta e il turismo outdoor; grazie anche ad un microclima particolare che lo rende ideale per le attività sportive all’aperto. La piccola penisola dove sorge il centro è circondata dalla Laguna di Levante e di Ponente, a sua volta definita da due lembi di terra: Tombolo della Feniglia e della Giannella che, dalla parte del mare, sono noti per le belle spiagge con cui si tuffano nel Tirreno. Orbetello, paese dalla particolarissima forma a scafo (o a mandorla), è poi collegato al cuore del Monte Argentario da una diga artificiale costruita nel 1841. Fanno parte del Comune anche la suggestiva Talamone, Ansedonia, Fonteblanda e Albinia.

foto

GALLERY

guarda la gallery

GASTRONOMIA

Il pesce di questa laguna è noto per l’ottima qualità e per la prelibatezza dei piatti cui ha saputo dar vita. Famosa è l’anguilla sfumata, e il posto più adatto per assaggiarla è la Cooperativa dei Pescatori alle porte della città. Poi ci sono i piatti tipici di terra: gli immancabili tortelli maremmani, ripieni di ricotta e spinaci e conditi con ragù di lepre o di cinghiale. Poi i pici, pasta fresca di acqua e farina, conditi con bottarga o semplice sugo. Il cinghiale è poi il simbolo della Maremma; doveroso assaggiarlo in umido, lasciato riposare in vino rosso e spezie. L’acquacotta è un piatto povero a base di verdure, acqua e pane raffermo, dove qualcuno aggiunge l’uovo. Da non dimenticare infine una specialità dell’entroterra di Orbetello: i formaggi, grazie all’abbondanza dei caseifici locali.

BEVANDE

La Strada del Vino e dei sapori Colli di Maremma tocca tredici comuni maremmani, fra i quali Orbetello e Monte Argentario. Lungo questa strada troviamo un vino D.O.C.G. il Morellino di Scansano e quattro vini D.O.C.: Ansonica dell’Argentario, Bianco di Pitigliano, Capalbio, Parrina e Sovana.

LUOGHI D’INTERESSE

Visitando la città di Orbetello si potranno apprezzare le antichissime mura che circondano la città, di origine addirittura etrusca; la Cattedrale di Santa Maria Assunta, famosa per il suo rosone, e poi il suggestivo mulino spagnolo nel centro della laguna. Una volta qui, vale certamente la pena esplorare i dintorni del comune di Orbetello, come il delizioso porto di Talamone e la sua Rocca. Di grande importanza a livello archeologico è poi Ansedonia, sul cui territorio sono stati rinvenuti resti archeologici della città di Cosa, importante colonia romana del III secolo a.C. Ad Albinia la Torre delle Saline e le belle spiagge. Ed inoltre, a Magliano il borgo racchiuso nella sua cinta muraria percorribile a piedi. A Manciano la rocca con le mura e il vicino borgo di Montemerano. Decisamente pittoresco il borgo di Pitigliano con il quartiere ebraico, l’acquedotto monumentale, la Fortezza Orsini ed il Palazzo Orsini. L’antichissimo borgo di Saturnia è molto note per le sue Terme, oltre che il museo archeologico, le antiche porte di accesso e la via Clodia, antica strada romana.

STORIA

Abitanti: poco meno di 15.000

Il borgo di Orbetello nasce nel 1110.

Nome antico: Orbetellum e Orbitellus.

sponsor

ok

ko