SUSA CERVINIA


26 maggio 2018
/
sabato
/
214 km
/

SUSA

Susa è situata a 50 km da Torino, dove la pianura e la montagna si incontrano.

La città è detta “Porta d’Italia” per la sua posizione strategica alla confluenza delle strade per i valichi del Moncenisio e del Monginevro.

Insediamento celtico, Susa raggiunse il suo massimo splendore in epoca romana, dopo un periodo di declino rifiorì nel Medioevo.

La lunga storia della città è testimoniata dai numerosi e rilevanti monumenti.

Oggi la cittadina è molto vivace, frequentata da numerosi turisti ed animata da eventi che la ricollegano al suo prestigioso passato.

Scopri di più sul Piemonte!

segui la carovana

foto

GALLERY

guarda la gallery

CUCINA

Soupa Grasa, Prosciuttello della Valle di Susa, Bondiola, Pancettone, Lardo al ginepro, Focaccia dolce di Susa, Lose Golose, Pan della Marchesa, Genepy.

VINO

Nei vigneti di montagna (800 m.s.l.), dagli antichi vitigni Avana’ e Bequet  si producono i Vini Valsusa DOC ed il Vino del ghiaccio.

LUOGHI D'INTERESSE

Da Porta Savoia (III-IV sec.) si accede in Piazza San Giusto con la Cattedrale romanico-gotica (1027) dedicata a San Giusto e la possente torre campanaria alta 55 mt. circa.

Salendo per Viale dell’Impero Romano si giunge all’Arco di Ottaviano Augusto (8 a.C.), alla sommità della collina i resti dell’accesso all’antico castrum e l’imponente acquedotto romano alla cui base, sulle rocce, sono visibili le coppelle celtiche (VII sec. a.C.). Accanto al castrum il Castello medievale della Contessa Adelaide, sposa del Conte Oddone di Savoia (XI sec.), sede del Museo Civico.

Attraverso un sentiero che passa accanto alla chiesa sacrario della Madonna delle Grazie (XVIII sec.) si arriva all’anfiteatro romano (II sec.) e alla  vicina Chiesa di San Francesco (XIII sec.). Superando i resti delle antiche mura si raggiunge Via Palazzo di Città. Qui sorgono la Casa degli Stemmi, la Chiesa di San Carlo (XVII sec.) e il Palazzo Comunale.

Sotto i portici si ammira l’affresco riproducente l’esposizione della Sacra Sindone (XVII sec.). Di fronte, in un cortile privato, la Torre dei Rotari (IV sec.). Poco più avanti il Palazzo de’ Bartolomei (XIII sec.). Sulla piccola piazza, un tempo detta “Piazza delle erbe”, i resti della Porta delle Mercerie, più tardi detta Porta Piemonte, su cui sorge la Torre civica.

Lungo Via Francesco Rolando, in un cortile privato, la Torre del Parlamento. Al termine della strada, sulla sinistra i bassi portici a cassettoni di XIV sec. e il caratteristico cortile dell’antica Pieve di Santa Maria Maggiore (X sec., oggi sconsacrata). Si ritorna quindi in Piazza Savoia e, proseguendo lungo il fiume, si giunge alla barocca Chiesa del Ponte con l’attiguo Museo Diocesano di Arte Sacra.

STORIA

Abitanti: 6.600

Origine: Epoca celtica

Nome antico: Segusium

sponsor

ok

ko