BOLOGNA FUCECCHIO


12 maggio 2019
/
domenica
/
200 km
/

HIGHLIGHTS

FUCECCHIO

La nascita e la storia di Fucecchio sono strettamente legate a quella della Via Francigena, il cui percorso qui attraversa l’Arno. Intorno al X secolo i Cadolingi, originari di Pistoia, spostarono i propri interessi in prossimità di questo importante snodo viario, dove costruirono il Castello di Salamarzana. La città fu danneggiata gravemente dai bombardamenti durante la 2° guerra mondiale.

GASTRONOMIA

La cucina toscana qui trova la sua massima espressione con i piatti legati alla cacciagione.

Tipici dolci di carnevale sono gli zuccherini e le frittelle di riso, mentre a Pasqua si consuma la tradizionale Schiacciata.

LUOGHI D'INTERESSE

Hanno origini medievali la chiesa abbaziale di San Salvatore, ristrutturata tra XVI e XVIII secolo, e il complesso fortificato della rocca fatta erigere dai Fiorentini nel Trecento. Notevoli le collezioni archeologiche artistiche conservate nel museo ospitato nel rinascimentale palazzo Corsini, circondato da un ampio parco. Fucecchio è anche città natale di Indro Montanelli che qui costituì una fondazione (Fondazione Montanelli Bassi) che ospita  gli studi originali di Roma e Milano oltre a documenti, libri, e numerose testimonianze della sua biografia e della sua attività professionale. Nei dintorni è notevole il ponte mediceo di Cappiano (XVI secolo) e la vasta area del Padule di Fucecchio che presenta suggestivi scorci di rara bellezza.

STORIA

Le origini di Fucecchio risalgono all’anno Mille quando i conti Cadolingi fecero costruire qui il castello di Salamarzana a guardia del ponte sull’Arno che consentiva ai numerosi pellegrini il transito lungo la Via Francigena. Situato strategicamente all’incrocio di vie di terra e d’acqua, Fucecchio ebbe un notevole sviluppo durante il Medioevo e più tardi divenne il castello posto a difesa della cittàdi Firenze insieme al “Lago nuovo” e al Ponte di Cappiano che Lorenzo Il Magnifico fortificò per la difesa nei confronti della città di Lucca.

Nel sedicesimo secolo Cosimo I ricostruì il “Lago nuovo” per l’approvvigionamento del pesce della città di Firenze e ristrutturò il Ponte di Cappiano.

Fucecchio continuò il suo sviluppo tra diciassettesimo e diciottesimo secolo. Subì danni durante la seconda guerra mondiale e nell’estate del 1944 l’esercito tedesco in ritirata compì un eccidio nel vicino Padule uccidendo 175 civili inermi. Nel dopoguerra la città ha avuto un notevole sviluppo industriale.

sponsor

ok

ko