torna alle news

19 maggio 2016

Tappa 12: la tripletta di André Greipel

Il corridore tedesco André Greipel (Lotto Soudal) ha vinto in volata la dodicesima tappa del 99º Giro d’Italia, terza in questa edizione, da Noale a Bibione di 182 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Caleb Ewan (Orica Greenedge) e Giacomo Nizzolo (Trek – Segafredo).

Bob Jungels (Etixx – Quick-Step) indossa ancora la Maglia Rosa di leader della classifica generale.

RISULTATO FINALE
1 – André Greipel (Lotto Soudal) – 182 km in 4h16’00”, media 42,656 km/h
2 – Caleb Ewan (Orica Greenedge) s.t.
3 – Giacomo Nizzolo (Trek – Segafredo) s.t.

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – Bob Jungels (Etixx – Quick-Step)
  • Maglia Rossa, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Algida – André Greipel (Lotto Soudal)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Damiano Cunego (Nippo – Vini Fantini)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – Bob Jungels (Etixx – Quick-Step)
CLASSIFICA GENERALE
1 – Bob Jungels (Etixx – Quick-Step)
2 – Andrey Amador (Movistar Team) a 24″
3 – Alejandro Valverde (Movistar Team) a 1’07”

Il vincitore, subito dopo il traguardo, ha dichiarato: “Il nostro piano era di arrivare con tutta la squadra davanti al gruppo all’ultimo giro. Chapeau ai miei compagni di squadra, in particolare a Jurgen Roelandts per come mi ha tirato la volata. Ero leggermente staccato dalla sua ruota ma avevo comunque gambe ottime per lo sprint finale. Sono molto dispiaciuto di lasciare il Giro con la Maglia Rossa ma la mia stagione è piena di obiettivi ed ho bisogno di riposarmi a questo punto della stagione. Ho ottenuto già moltissimo in questo Giro”.

La Maglia Rosa ha dichiarato: “È stato esattamente come ho gia detto ieri: al Giro anche le tappe per velocisti non sono semplici. Sono stato attentissimo nelle curve. È stata una buona decisione quella di neutralizzare l’ultimo giro per la Classifica Generale. Ora non vedo l’ora di difendere la Maglia Rosa in montagna. Lo farò con tutte le mie forze. Vedremo se sarà sufficiente per difendersi dagli altri sfidanti in classifica. Non so come andrò rispetto a loro, non mi faccio illusioni ma darò il massimo”.

ok

ko