torna alle news

12 ottobre 2018

Rain Man Colbrelli, un fulmine al GranPiemonte

In una giornata contraddistinta da una pioggia battente, l’italiano Sonny Colbrelli della Bahrain – Merida ha chiuso la sua stagione 2018 con una vittoria al GranPiemonte otto mesi dopo averla aperta con una vittoria di potenza ad una tappa del Dubai Tour. Ha battuto in volata il francese Florian Senechal della Quick-Step Floors ed il suo compatriota Davide Ballerini di fronte alla Palazzina di Caccia di Stupinigi. Con il terzo posto, quest’ultimo ha assicurato alla propria squadra, la Androni Giocattoli – Sidermec, la Ciclismo Cup.

RISULTATO FINALE

1 – Sonny Colbrelli (Bahrain – Merida) – 191 km in 4h20’50” media 43,936 km/h
2 – Florian Senechal (Quick-Step Floors) s.t.
3 – Davide Ballerini (Androni Giocattoli – Sidermec) s.t.

Il vincitore Sonny Colbrelli ha dichiarato in conferenza stampa: “Ai due dall’arrivo ho realizzato che c’era un buco nel gruppo ed ho detto al mio compagno Kristjan Koren di andare a tutta fino all’ultima curva, perché sapevo che sia l’Androni che la Bardiani avevano buoni treni. Quando mi ha lasciato ai 500 metri, [Paolo] Simion [della Bardiani-CSF] è andato davanti ed ho deciso di partire ai 350 metri anche se avrebbe significato una volata molto lunga. Sembrava non finisse mai… sono stato bravo a gestire il vantaggio che avevo preso quando sono partito. Dedico questa vittoria a mia figlia che nascerà tra una decina di giorni. Si chiamerà Vittoria! È stata una stagione ricca di secondi posti, alcuni di alto livello, è bello chiuderla con un successo”.

Il secondo classificato, Florian Senechal, ha detto: “Secondo è un buon risultato anche se penso che avrei potuto vincere. Quando è partito Sonny [Colbrelli] a più di 300 metri ho perso tempo voltandomi a sinistra. Ho provato a rientrare ma era troppo tardi. Sono felice… ma non del tutto. Ho detto questa mattina che l’unica cosa che temevo erano le cadute, non il brutto tempo. Sono del nord della Francia ed abituato a correre in Belgio su strade dissestate. Ci alleniamo proprio per quello alla Quick Step e siamo abituati ad andare in volata con corridori diversi. Abbiamo Viviani, Gaviria, Hodeg, Jakobsen… siamo pieni di gente veloce, ed ogni volta che c’è un’occasione ci proviamo”.

Il terzo classificato, Davide Ballerini, ha dichiarato: “In realtà dovevo tirare la volata a Manuel (Belletti) e l’ho fatto, ma nell’ultima curva si è aperto un buco dietro di me. Quando mi sono girato ai 500 metri, avevo dietro uno della Katusha – Alpecin (Jhonathan Restrepo) e poi è partito Sonny (Colbrelli). Ho preso dieci metri subito e non ho più chiuso. Il mio terzo posto ci permette di centrare l’obiettivo della Ciclismo Cup che abbiamo cercato come squadra dall’inizio dell’anno”.

ok

ko