torna alle news

18 maggio 2017

La tripletta di Gaviria

Il velocista della Quick-Step Floors batte Mareczko e Bennett e diventa il primo colombiano a vincere tre tappe nella stessa edizione. 

Fernando Gaviria (Quick-Step Floors) ha vinto la sua terza tappa in questo Giro d’Italia, battendo in una volata nella Città del Tricolore Jakub Mareczko (Wilier Triestina – Selle Italia) e Sam Bennett (Bora – Hansgrohe).

La tappa ha visto il tentativo da lontano di tre uomini, Sergey Firsanov (Gazprom – Rusvelo), Marco Marcato (UAE Team Emirates) e Mirco Maestri (Bardiani CSF), ultimo ad arrendersi a sette chilometri dal traguardo. La corsa ha effettuato uno storico passaggio in un tratto autostradale: 33 km dell’A1 Panoramica, tra Barberino del Mugello e Rioveggio. Domani Tom Dumoulin (Team Sunweb) ripartirà in Maglia Rosa per il terzo giorno consecutivo.

LE PILLOLE STATISTICHE

  • 25esima vittoria di tappa al Giro per un corridore colombiano. Stesso numero per l’Olanda dopo la vittoria di Tom Dumoulin nella Sagrantino Stage.
  • Prima di Fernando Gaviria, due colombiani avevano vinto tre tappe ma lui è il primo a vincerne tre nello stesso Giro: Lucho Herrera (Tre Cime di Lavaredo e Monte Generoso in 1989, Terminillo in 1992) e Nairo Quintana (Val Martello e Cima Grappa in 2014, Blockhaus in 2017).
  • È la seconda volta che i corridori colombiani vincono quattro tappe nello stesso Giro, come nel 2014 con i successi di Nairo Quintana (due vittorie), Rigoberto Uran e Julian Arredondo.

RISULTATO FINALE

1 – Fernando Gaviria (Quick-Step Floors) – 229 km in 5h18’55”, media 43,083 km/h

2 – Jakub Mareczko (Wilier Triestina – Selle Italia) s.t.

3 – Sam Bennett (Bora – Hansgrohe) s.t.

 

CLASSIFICA GENERALE

 

CONFERENZA STAMPA

Il vincitore di tappa ha dichiarato: “Ero un po’ preoccupato quando Max [Richeze] ha forato, perché lui è un uomo molto importante per le mie volate. Speravo avesse abbastanza tempo per rientrare in gruppo, ce l’ha fatta con un lavoro straordinario. Grazie al suo lavoro e a quello di tutta la squadra sono riuscito a cogliere un altro successo incredibile. Una vittoria in un grande giro può essere essere il frutto di un colpo di fortuna, ma tre è veramente fantastico. Sono qui grazie ai sacrifici che ha fatto la mia famiglia. Mio padre ama il ciclismo, è la sua grande passione. Per questo gli ho proposto di seguirmi per tutto il Giro e starmi vicino”.

 

LA TAPPA DI DOMANI

Tappa 13 – Reggio Emilia – Tortona – 167 km – dislivello 100 m

ok

ko