torna alle news

13 maggio 2016

IL "GORILLA" FA LA VOCE GROSSA A FOLIGNO

André Greipel vince a Foligno. Tripletta di vittorie per la Lotto Soudal, quattro tappe su sette alla Germania.

Invariata la classifica per la Maglia Rosa

Scopri le classifiche aggiornate

André Greipel ha vinto la sua seconda volata al Giro, firmando la tripletta per la Lotto Soudal dopo la vittoria in salita di Tim Wellens. Quest’ultimo oggi ha strappato a Damiano Cunego la leadership nella classifica della Maglia Azzurra del Gran Premio della Montagna.

Quella che sembrava sulla carta una tappa per velocisti si è rivelata più dura del previsto, in particolare per il tentativo di Stefan Küng di rimanere all’attacco, dapprima in gruppo e poi in solitaria, il più a lungo possibile. Il corridore elvetico è stato ripreso a pochi chilometri dall’arrivo. L’altro velocista tedesco, Marcel Kittel, non ha partecipato alla volata per una foratura a sette chilometri dal traguardo.

LE PILLOLE STATISTICHE

  • 30^ vittoria di tappa per la Germania al Giro d’Italia: per la prima volta nella storia ci sono 4 vittorie tedesche nella stessa edizione
  • 3 vittorie consecutive per la Lotto Soudal: è il primo team a mettere a segno una sequenza simile dal 2013, quando la Movistar vinse dalla 15^ alla 17^ tappa
  • 4 vittorie tedesche in 7 tappe. Escludendo l’Italia (4 vittorie su 7 per l’ultima volta nel 2008 e 2009), per trovare un altro paese che abbia dominato allo stesso modo l’inizio di un Giro, bisogna risalire al 1978, quando il Belgio vinse allo stesso modo 4 frazioni su 7 (3 vittorie di Rik Van Linden ed una di Johan de Muynck)

André Greipel ha dichiarato in conferenza stampa: “Tre vittorie di tappa sono più di quanto ci saremmo aspettati. Sono tre su sette, un numero impressionante. Ci stiamo godendo il momento ed io cerco di andare al massimo. I miei compagni lavorano molto bene per portarmi in posizione nelle volate, il lavoro duro è la chiave del nostro successo. Sono felice di essere rimasto competitivo da quando ho cominciato a vincere nei Gran Tour nel 2008”.

La Maglia Rosa, Tom Dumoulin, ha detto in conferenza stampa: “Non penso che le condizioni atmosferiche faranno la differenza nella tappa di domani. Se piovesse sembreremo semplicemente più infangati. La parte di sterrato è in salita e non mi preoccupa. Andrò in altitudine ad allenarmi per le Olimpiadi dopo il Giro. Forse correrò per la Classifica Generale qui, ma ora non so dirlo, vivo giorno per giorno. Ma passare più tempo a casa è la ragione per cui non ho preparato il Giro in altura. Non voglio essere il tipo di ciclista che è via di casa tutto il tempo. Ad ogni modo, non sono spaventato per la terza settimana, in particolare per la qualità dei miei compagni di squadra. Non sarei stato in Maglia Rosa per così tanti giorni se avessi avuto una squadra non all’altezza. Sono sicuro che Georg Preidler e Tobias Ludvigsson saranno davanti al gruppo con me ad aiutarmi”.

GALLERY

vai alla galleria di immagini

ok

ko