torna alle news

14 maggio 2016

DA FOLIGNO AD AREZZO: TAPPA 8 DEL GIRO D’ITALIA, RIVIVI IL LIVE

Ottava tappa del Giro d’Italia, da Foligno ad Arezzo di 186 km, tappa collinare con nel finale l’attesa salita sullo sterrato dell’Alpe di Poti.

La corsa ha passato il km 0 alle ore 12.27 con il gruppo forte di 190 corridori.

RIVIVI IL LIVE

METEO
Foligno: Variabile, 16°C. Vento: moderato – 22 kmh.
Arezzo (17.15 – Arrivo): Pioggia, 18°C. Vento: debole – 6 kmh.

 

MAGLIE

  • Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel – Tom Dumoulin (Team Giant – Alpecin)
  • Maglia Rossa, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Algida – André Greipel (Lotto Soudal)
  • Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum – Tim Wellens (Lotto Soudal)
  • Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin – Bob Jungels (Etixx – Quick-Step)

CLASSIFICA GENERALE
1 – Tom Dumoulin (Team Giant – Alpecin)
2 – Jakob Fuglsang (Astana Pro Team) a 26″
3 – Ilnur Zakarin (Team Katusha) a 28″

Tappa n. 8 – FOLIGNO – AREZZO – 186 km
Arrivo: 17.15 circa

Percorso
Tappa mista di pianura e montagna. Prima parte lungo la valle del Tevere che si risale dopo aver passato Assisi e Perugia fino a Città di Castello. Si percorrono strade di media dimensione, con fondo a volte usurato e con tratti di carreggiata ristretta specie negli attraversamenti urbani. Dopo Città di Castello la corsa esce dalla valle del Tevere per affrontare il muro di Anghiari seguito dal GPM di Scheggia. Si arriva a Indicatore (TV) e Arezzo attraverso strade ondulate con alcuni passaggi urbani ristretti. Dopo un primo passaggio sul traguardo si affronta la salita dell’Alpe di Poti, caratterizzata da 6,4 km sterrati con pendenze anche a 2 cifre. Dal GPM discesa veloce sulla Foce dello Scopetone e quindi all’arrivo.

Ultimi km
Finale interamente cittadino. Discesa veloce dallo Scopetone con ampie curve fino a raggiungere la zona dello stadio. Si attraversa quindi il centro cittadino con alcuni passaggi tra strade con spartitraffico e rotatorie. Dopo l’ultimo km due curve a destra su ampie rotatorie e da segnalare il passaggio attraverso una porta medievale. Inizia quindi un breve tratto ripido di salita che porta (prima su asfalto e poi su lastricato) al rettilineo finale sempre in ascesa (circa 5%) di 200 m, largo 6 m su lastricato.

 

ok

ko