EMILIA ROMAGNA: una vacanza con mille vacanze dentro

Non c’è che l’imbarazzo della scelta: le atmosfere rarefatte e ammalianti delle 10 città d’arte con i loro scrigni di storia e cultura, la full immersion nella natura delle località appenniniche, in inverno attrezzate stazioni sciistiche, d’estate perfette basi per trekking e attività all’aria aperta.

E ancora, il fascino senza tempo della Motor Valley e dei suoi storici brand, da Ducati a Ferrari, Maserati, Lamborghini, Dallara e Pagani, e la Riviera Adriatica dell’Emilia Romagna con i suoi 110 km di spiagge, il distretto dei Parchi Divertimento più grande d’Europa, la Wellness Valley, i locali da ballo e la cucina marinara.

Il benessere termale è affidato in regione a 24 centri, ospitati in 19 località ricche di fascino, da quelle vista mare ai borghi dell’appennino.

L’enogastronomia è regina, con ben 44 tra DOP (Denominazione di Origine Protetta) ed IGP (Indicazione Geografica Protetta) per i prodotti tipici, dal Prosciutto di Parma al Parmigiano Reggiano.

Scopri di più sull’Emilia Romagna

SPORT

Emilia Romagna sempre più arena di grandi appuntamenti sportivi di caratura internazionale.

Se il Giro d’Italia riparte dopo 25 anni da Bologna, il capoluogo emiliano ospiterà, dal 16 al 30 giugno, assieme a Cesena e Reggio Emilia (oltre che alla Repubblica di San Marino), le Semifinali dei Campionati Europei Under 21 di Calcio.

Sempre in giugno (il 27 e 29), l’Alta Val di Taro, nell’Appennino Parmense, offrirà i suoi suggestivi percorsi a due prove dei Campionati italiani di Ciclismo su Strada, mentre dal 25 al 28 luglio torna a Pinarella di Cervia la Beach Volley World League con il suo torneo maschile.

Dal 13 al 15 settembre appuntamento al Misano World Circuit di Misano Adriatico, per assistere Valentino Rossi e gli altri piloti battagliare nel Gran Premio di San Marino e Riviera di Rimini di MotoGP, mentre sabato 21 settembre tappa a Cervia con i 2500 atleti da ogni parte del mondo che gareggeranno per l’IRONMAN.

Bologna e Parma saranno protagoniste, infine, tra il 18 e il 22 settembre, del Torneo di Qualificazione per le Olimpiadi 2020 di baseball.

Scopri di più

Leggi tutto

TERRA DI MOTORI

Chi dice Emilia Romagna dice Terra di Motori, un “parco” a due e quattro ruote lungo la millenaria Via Emilia unico al mondo, che vanta una storia fatta di passione, ingegno e capacità imprenditoriali e brand del calibro di Ferrari, Maserati, Lamborghini, Ducati, Pagani e Dallara, solo per citarne alcuni.

Dal 16 al 19 maggio prossimi, Modena accoglierà il Motor Valley Fest, primo ‘festival diffuso’ interamente dedicato alla Terra dei Motori emiliano romagnola, con tantissimi appuntamenti, tutti gratuiti e ospitati nei più suggestivi e prestigiosi luoghi della città, tra esposizioni d’automobili nuove e da collezione, raduni e celebrazioni (dal Ferrari Tribute, lo storico raduno del Cavallino Rampante, al 20° anniversario della Pagani Zonda), il passaggio della storica 1000 Miglia, prove in pista all’autodromo di Marzaglia e un’area espositiva dedicata alla mobilità del futuro.

A completare il ricco calendario, appuntamenti dedicati alle altre eccellenze del territorio modenese, dall’enogastronomia tipica alla musica lirica e alla moda.

Scopri di più

Leggi tutto

CUCINA

Tra i suoi tanti primati, l’Emilia Romagna vanta anche un palmares unico in materia di buona tavola, che fa di questa regione una tra le destinazioni italiane più amate dai turisti “foodie” di tutto il mondo.

Basti citare il primato europeo in materia di prodotti Dop e Igp (ben 44, dal Parmigiano Reggiano all’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena e Reggio Emilia, dal Culatello di Zibello all’Anguilla di Comacchio), 24 vini Dop (di cui 22 Doc e 2 Docg), 25 Musei del Cibo, Parma e il suo titolo di Città Creativa per l’Enogastronomia Unesco, il Parco Agroalimenare FICO a Bologna, la Scuola Internazionale di Cucina Alma a Colorno (Pr) e Casa Artusi a Forlimpopoli (Fc).

E ancora: un ristorante a 3 stelle Michelin, due a 2 stelle e 19 a 1 stella, da Piacenza a Cattolica, e poi osterie e street food -dallo gnocco fritto alla piadina romagnola- passando per la cucina marinara della Riviera Romagnola e un calendario annuale di coinvolgenti appuntamenti, dalle mostre mercato alle sagre e fiere, tutti a tema food.

Scopri di più

Leggi tutto

ARTE E CULTURA

Atmosfere raccolte e suggestive, passeggiate slow tra vicoli e portici, tavolini all’aperto in piazze rinascimentali, ottima cucina, siti Unesco, architetture internazionali, soffitti affrescati e candide statue e, su tutto, le chiacchiere dei “locals” nei bar, nei mercati e nelle piazze.

E’ la magia delle 10 Città d’Arte dell’Emilia Romagna: ecco Piacenzaterra degna e di passo” come la descriveva Leonardo da Vinci, Parma che nel 2020 sarà Capitale Italiana della Cultura, Reggio Emilia “culla” del Tricolore, Modena tra monumenti Unesco, Motori e buona cucina, Bologna con i suoi porticati infiniti, Ferrara capitale del Rinascimento Italiano, Ravenna con i suoi splendidi mosaici, Faenza regina internazionale della ceramica, Forlì con le mostre di risonanza internazionale allestite ogni anno ai Musei San Domenico, Cesena con la biblioteca umanistica meglio conservata al mondo, e Rimini e la magia di Federico Fellini.

E lungo tutto l’anno, sono tantissime le mostre e gli appuntamenti culturali, dalle fiere di settore ai festival, per andare alla scoperta di questi scrigni d’arte e conoscenza.

Scopri di più

Leggi tutto

OUTDOOR

Tra Piacenza e Rimini si conta la più alta concentrazione nazionale di cammini per viandanti, ben 18, dalla Via Francigena (che nel medioevo univa Canterbury a Roma e ai porti della Puglia, candidata al patrimonio Unesco) alla Via di San Francesco da Rimini a La Verna, passando per le Via degli Dei tra Bologna e Firenze.

Grazie alle informazioni del sito camminiemiliaromagna.it (in italiano, inglese e francese, consultabile da computer, palmari e cellulari) si può pianificare la propria esperienza di viaggio a piedi, scegliendo di soggiornare in bed & breakfast, agriturismi, hotel o strutture di accoglienza religiosa (oltre 4.700 le strutture ricettive presenti), visitando pievi e conventi millenari, scoprendo sorgenti naturali e alberi monumentali, attraversando parchi regionali (2732 i punti di interesse turistico mappati), ma anche facendo tappa nelle aziende dove nascono i prodotti tipici Dop e Igp del territorio che si sta attraversando (circa 300 strutture), o visitando i Musei del Gusto che raccontano storia e origine delle eccellenze gastronomiche emiliano romagnole.

Leggi tutto

sponsor

ok

ko