È la punta dello stivale che caratterizza la Penisola italiana.

È pressoché tutta occupata da rilievi montuosi, di varia altezza, e si protende nel mare, il Tirreno nella parte ovest, lo Ionio in quella a est. Confina a nord con la Basilicata e, sulla punta estrema a sud, di fronte alla Sicilia, sullo stretto di Messina, sorge Reggio Calabria, il primo comune della regione per popolazione, con il magnifico lungomare e le belle costruzioni.

Il Museo Archeologico della Magna Grecia, che custodisce i famosissimi Bronzi di Riace, testimonia della sua antica storia così come altri della regione.

Cinque sono le province: Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria e Vibo Valentia.

L’agricoltura è sviluppata negli uliveti, nella vite, nel bergamotto, tipico calabrese, e in agrumi vari. L’industria soffre di mancanza d’infrastrutture e di condizionamenti esterni che indeboliscono, con forte negatività, le iniziative intraprese.

Il turismo balneare è una grande risorsa dell’economia della regione per la quantità e la qualità delle molteplici soluzioni, anche d’eccellenza, che può offrire nei vari settori che vanno dal turismo stesso, marino ma pure montano nella Sila e nell’Aspromonte, ai prodotti della terra, ai monumenti di tutte le epoche, alla sua storia e ai suoi paesaggi.

Una realtà sfaccettata che merita d’essere scoperta e valorizzata in tutte le sue straordinarie potenzialità.

Scopri di più sulla Calabria!

Enogastronomia

I suoi sapori sono decisi. Come i profumi della vegetazione e la luce del sole che la inonda da Maggio a Novembre. Non è un caso infatti che la Calabria sia stata inserita nella classifica stilata dal New York Times delle mete più belle del mondo. Un posto ottenuto anche attraverso il turismo enogastronomico, che comincia a farsi largo grazie a un mix irresistibile di cucina e cultura, assolutamente unico per i suoi accostamenti audaci, che si distingue da qualunque altra regione italiana. Al peperoncino ad esempio, in provincia di Cosenza, a Diamante, hanno dedicato finanche un’accademia, che studia le molteplici possibilità d’impiego di questo meraviglioso afrodisiaco e organizza ogni estate una kermesse festivaliera con i personaggi dello spettacolo e della cultura più ‘hot’ del momento.
Il colore e versatilità della cipolla rossa di Tropea. La particolarità della liquirizia che può sposarsi anche con i piatti salati, la tempra della ‘nduja, la robustezza del pecorino crotonese e l’ecletticità del caciocavallo silano.

Leggi tutto

Sport

Esistono tracciati turistici già battuti da gran parte degli amanti della montagna. Poi ci sono quelli che finora sono rimasti sconosciuti ai più. Le montagne che non ti aspetti sono qui, in Calabria. Un patrimonio naturalistico di grande livello: montagne ripide che degradano verso le coste sottostanti, preservate grazie all’istituzione di tre Parchi Nazionali, la Sila, il Pollino e l’Aspromonte, e i due Parchi Regionali delle Serre e delle Valli Cupe, attraversate dalla “Pista Ciclabile dei Parchi della Calabria” costituita dall’unione di strade e sentieri ciclabili disposti lungo il crinale principale dell’appennino calabrese.
L’itinerario si propone ai turisti appassionati di bici, sport e natura permettendo la fruizione del patrimonio paesaggistico, storico e culturale delle aree interne della Calabria. Per chi ama il canyoning vale la pena visitare le Gole del Raganello: le più spettacolari, le più selvagge, nel cuore del Parco. Qui guide organizzate accompagnano nella risalita del fiume nel canyon. Si risale il torrente superando cascate, tunnel nella roccia e scivoli naturali.
Sul versante tirrenico del Pollino, invece le Gole del Fiume Lao si scendono con i gommoni facendo rafting.
Trekking e rafting, torrentismo e canyoning, arrampicata e free climbing, mountain bike e turismo equestre, sono solo alcune tra le principali attività del turismo outdoor che questi territori sono in grado di offrire e proporre durante tutto l’anno.

Leggi tutto

Cultura

Borghi storici, castelli, torri, abbazie, aree archeologiche della Magna Graecia, santuari, musei, cattedrali maestose, grotte del paleolitico. Una miscellanea di grande bellezza pronta per essere rivelata ai turisti che desiderano conoscerla. Alle porte di Catanzaro, non si può evitare una tappa al Museo e al Parco archeologico Scolacium, a Roccelletta di Borgia. Dell’abitato preromano rimane poco; i resti visibili nel sito dimostrano l’impianto della colonia romana con i monumenti più importanti. A Rossano, in provincia di Cosenza, è conservato presso il Museo Diocesano di Arte Sacra il Codex Purpureus Rossanensis, uno dei più antichi evangeliari esistenti al Mondo, unico e prezioso grazie alle sue bellissime miniature, capolavoro dell’arte bizantina.

Leggi tutto

sponsor

ok

ko